Come vi avevamo promesso ecco un piccolo resoconto della giornata passata a Novegro (MI) alla fiera: HOBBY MODEL EXPO 2017

Per ragione di PRIVACY non ci è possibile pubblicare fotografie che mostrino il viso dei visitatori, se non degli espositori, a cui è stato esplicitamente chiesto il permesso della pubblicazione.

Alle 09.00 di sabato 30/09/2017, puntuali come non mai, modellismonavalestorico era all’ingresso della fiera e si preparava a varcare la soglia del primo padiglione.

Ovviamente, essendo stati tra i primi della giornata di sabato a varcare i cancelli, all’interno dei padiglioni non c’era ancora il flusso di gente che solitamente impegna i larghi corridoi tra i vari stand, per tanto abbiamo potuto osservare con calma molte sezioni.

Il primo padiglione ospita, per più di metà, il modellismo ferroviario. I venditori delle varie case produttrici mettono in mostra i pezzi migliori e gli acquirenti fanno letteralmente la fila per accaparrarsi i pezzi più “importanti”. In questo primo settore, troviamo gli amici della COREL con un bellissimo stand illuminato a dovere e molta merce sugli scaffali. Osserviamo i diversi modelli navali esposti come piccola parte rappresentativa dell’intera collezione COREL e ci soffermiamo qualche minuto con loro scambiando due chiacchiere sulle piacevolissime novità in produzione e prossimamente in commercio.

All’interno di questo stesso padiglione non mancano però anche altri espositori che dedicano i loro stand all’utensileria più disparata e all’attrezzatura più inconsueta. Si possono trovare e facilmente identificare prodotti provenienti dall’esterno e di qualità discutibile a differenza di altra attrezzatura di “valore” dal prezzo purtroppo decisamente più alto ma di fattura ben diversa. Ad ogni modo, come già consigliato, sta a noi scegliere se comperare o meno.

L’altra metà di questo primo padiglione ospita vari stand di macchine telecomandate dai mille colori e dalle mille forme, svolazzanti e bizzarri droni tutti “accessoriati” di videocamera e molti stand di macchinine da collezione con una così vasta scelta da far perdere la testa a moltissimi appassionati del genere sempre alla ricerca del modello più esclusivo, più rappresentativo, più significativo.

Varcata la soglia verso il secondo enorme padiglione, gli stand solitamente dedicati alla vendita del prodotto, fanno posto agli stand dimostrativi. Qui, diverse associazioni, mostrano orgogliosamente i “capolavori” dei propri associati. Capolavori statici per quanto riguarda il modellismo navale e capolavori dinamici e paesaggistici per quando riguarda il modellismo ferroviario.

Diorami unici ed enormi plastici “montani” e “cittadini” sono gli scenari di base per far correre treni di tutti i tipi e di tutti i generi e di tutte le tipologie di scala. Bellissime rappresentazioni e complesse realtà ferroviarie mostrano diverse situazioni solo all’apparenza facili da gestire e da organizzare ma sicuramente imperdibili da osservare in ogni loro dettaglio.

Ma oltre al ferroviario, troviamo vari modelli di velieri, sulle loro splendide e spesso molto elaborate basi statiche. Sembrano proprio far bella mostra di sé. Alcune di queste navi bizzarre, come quelle fatte dall’amico Mario che ci ha mostrato barche fatte con materiale di recupero ed alcuni velieri creati con i bastoncini di gelato. Come ha detto lui “non si butta via niente” e noi siamo perfettamente d’accordo visto quello che ha realizzato. Bravo Mario!

Una tappa obbligata è stata all’Associazione Navimodellisti Bolognesi che è anche il Centro Italiano studi e ricerche navali.

Da una lunga e consolidata esperienza è nato, ed ultimato da poco, l’epico lavoro di preparazione della monografia della nave Scuola PALINURO della M.M.I. (NAVE SCUOLA nocchieri). La monografia è nata da un testo originale scritto da Renato La Manna e Luca Tarpani del centro modellistico Midway di Perugia completamente rivisto, integrato e completato nei testi e nei disegni da Federico Ostan e Gastone Piccoli. La monografia consiste in un volume di oltre 250 pagine con decine di foto e disegni al tratto, integrato da oltre 60 tavole in formati vari e scale 1:50 (scala di realizzazione del modello ) 1:20, 1:10 ecc. A completamento della documentazione cartacea viene fornito in allegato un DVD con centinaia di foto a colori della nave originale e dello splendido modello a suo tempo costruito da Renato La Manna ora esposto presso il Museo Storico Navale di Venezia. Un lavoro dettagliato e molto molto accurato nei minimi particolari, ora finalmente disponibile.

Oltre a questa splendida notizia sulla PALINURO abbiamo appreso con piacere che molto probabilmente (salvo contrattempi) sarà disponibile il prossimo anno il TERZO volume della raccolta “Costruiamo un modello di nave a vela” a cura di Federico Ostan. Questo volume parlerà in maniera molto dettagliata delle attrezzature di bordo, ancore, artigliere, imbarcazioni e moltissimo altro ancora. Sicuramente un nuovo splendido volume da annoverare nella nostra biblioteca. Ovviamente, noi di Modellismo Navale Storico non ce lo faremo mancare. Cogliamo l’occasione per informarvi che a breve, nella sezione BIBLIOTECA del sito, verranno recensiti i primi DUE VOLUMI della raccolta: “Costruiamo un modello di nave a vela”

Sempre allo stand dell’Associazione Navimodellisti Bolognesi, abbiamo avuto modo di scambiare due parole con Gino Sarti, Argento al Campionato del Mondo di Dortmund 2010 (Germania) con un punteggio di 93,67 con la sua Fregata DIANA, sviluppata sui piani costruttivi originali in possesso, ma tranquillamente acquistabili, al National Maritime Museum di Londra.

Come si vede nella foto dello stand, l’altro modello esposto era il modello completamente attrezzato (con alberatura e vele) della fregata BERLIN del 1674 costruito da Federico Ostan e premiato con medaglia d’argento al Campionato Mondiale di JABLONEC ( Repubblica Ceca ) del 2008.

Inoltre ci è stato possibile rimirare e fotografare la Fregata DIANA del Campionato del Mondo ed altri velieri dell’Associazione che sono stati esposti in occasione della fiera, come il ROYAL WILLIAMS di Paolo Palmieri, ancora in fase di ultimazione ma che promette davvero bene da come potete vedere anche voi.

Naturalmente molte altre sono state le associazioni navimodellismo che hanno partecipato alla Hobby Model Expo 2017.

Prime fra tutte la Navimodel che ha messo in bella mostra navi e sezioni di navi in costruzione e non. Modelli piacevoli a vedersi e da poter osservare per la particolare cura del dettaglio. Navimodel, ovvero la Federazione Italiana NAVIMODEL, che lo ricordiamo per chi non lo sapesse, è il rappresentante ufficiale per Italia della Federazione Mondiale Naviga e il rappresentante Ufficiale per l’Italia della I.M.B.R.A ovvero la International Model Boat Racing Association è sempre presente agli eventi più importanti e soprattutto alla Hobby Model Expo di Novegro (MI), sicuramente una delle fiere di modellismo più importanti, se non la più importante, sul territorio nazionale.

Se si parla di Modellismo Navale Dinamico non si può non menzionare l’ASSOCIAZIONE MODELLISTI MILANO anch’essa presente con un loro stand all’interno del padiglione principale coperto ma anche con dei gazebo in prossimità delle due vasche prova allestite per l’occasione all’aperto con tanto di ventilatori a simulare il vento. L’associazione dimostrava in pratica il funzionamento di modelli diversi nel loro genere, barche a vela o a motore, sommergibili e quant’altro con piacevole ammirazione dei presenti visitatori.

Trattandosi di un’esposizione di “modellismo” come abbiamo accennato all’inizio articolo non mancano, oltre ai modelli navali, modelli di aerei, elicotteri, droni, auto, carri armati, e tutto ciò che per un motivo o per un altro rende unico ed affascinante questo micromondo di appassionati.

La fiera segue un suo programma ben preciso per tutta la durata dell’evento quindi se ci si informa prima si ha la possibilità di assistere a tutorial, dimostrazioni, e prove tecniche di moltissimi espositori.

I due padiglioni laterali più piccoli ospitano la “minuteria”, ovvero modellismo in plastica o resine da dipingere su base fissa. E’ possibile rimirare oggetti dipinti magistralmente da appassionati del genere. I temi sono i più diversificati. Qui troveremo miniature a figura intera, busti e mezze figure di personaggi fantasy, storici, o appartenenti alla fantascienza. Ovviamente non mancano tutte le navi possibili e i personaggi leader delle saghe di Star Wars e Star Trek tutti dipinti in maniera eccelsa. In questi padiglioni moltissimi sono gli stand che mostrano il “come si fa” e quindi organizzandosi con gli orari si può assistere a dei veri e propri corsi di pittura e tecnica di colorazione ad aerografo o a pennello.

In poche parole abbiamo cercato di riassumere ciò che questa fiera rappresenta per noi appassionati di modellismo. Che sia navale, ferroviario, o aereo si tratta sempre e comunque di oggetti molto particolari fatti da persone comuni che hanno sviluppato, con il tempo e con la dedizione, capacità e conoscenza in diversi ambiti. Il modellismo è aperto a tutti, basta scegliere un tema e provarci.

Non ci rimane altro che salutarci e darvi appuntamento all’Edizione Primaverile di Hobby Model Expo 2018 che, se non cambia il calendario, dovrebbe essere in Aprile.

Per rimanere informati sui vari eventi e sviluppi seguiteci su Modellismo Navale Storico.

A presto!!