COME REALIZZARE L’ANGOLO DI QUARTABUONO

Come realizzare l’angolo di quartabuono: vediamo insieme in questo video cosa è, a cosa serve e come si realizza l’angolo di quartabuono sulle ordinate dei nostri modelli.

proxxon mp 400 micro profilatrice

Nelle navi antiche, l’angolo di quartabuono permetteva ai corsi di fasciame, che poggiavano sulle ordinate di prua e di poppa, di aderirvi e poggiare perfettamente. Sui nostri modelli, nonostante si tratti solo ed esclusivamente di modelli, è doveroso rispettare la stessa identica regola affinché i corsi dei nostri listelli aderiscano per bene alle ordinate. Questo accorgimento ci permetterà di avere una scafo filante e armonioso, privo di spigolature.

proxxon mp 400 micro profilatrice kit di frese

Per eseguire un buon angolo di quartabuono è necessario asportare la porzione di legno necessaria dalla costa dell’ordinata. Ovviamente da tutta la costa dell’ordinata, dalla parte alta fino alla sua punta. Le ordinate di centro nave, a seconda della lunghezza del nostro modello, osserveranno un angolo di quartabuono assai scarso alcune addirittura nullo. Quelle maggiormente interessate all’angolo di quartabuono saranno le ordinate di prua e di poppa. E’ proprio in quei punti che il fasciame dovrà osservare le curve più ostiche.

proxxon mp 400 micro profilatrice sostituire la fresa

Per aiutare il fasciame ad avere una presa maggiore sulle ordinate è possibile inserire dei blocchi di balsa modellati detti più comunemente: riempimenti. I riempimenti di prua e di poppa, se levigati a dovere, potranno aiutarvi a capire quanto sia importante stendere il listello in piano in maniera corretta. Se il listello non poggia perfettamente in piano ma tende a rimanere di costa, significa che avete sbagliato qualcosa. I riempimenti si possono utilizzare a prua, a poppa, o a centro nave ma cosa più importante, ovunque pensiate che il listello possa essere sottoposto a stress e non abbia abbastanza appoggio per sostenersi solamente poggiando sulle ordinate.

proxxon mp 400 micro profilatrice lavorazioni cuvilinee

I listelli, prima di essere montati a murata, devono essere piegati e rastremati se necessario. Sono due procedimenti diversi molto importanti. La piegatura si può eseguire in diversi modi ma è buona cosa bagnare il listello e piegarlo poi a caldo con un piegalistelli, ovvero quello che state vedendo in foto. La rastrematura del listello consiste nell’assottigliare il listello con una lima, o con un taglierino fino a quando non si trova la giusta altezza e il perfetto incastro.

proxxon mp 400 micro profilatrice lavorazioni cuvilinee

Anche questa pinza serve a incurvare i listelli ma può essere utilizzata anche in altri modi. Se la usate per piegare i listelli, bagnare il listello prima del suo utilizzo non ha molto senso ma tenete presente che l’acqua ammorbidisce la fibra del legno e per tanto agevola l’incurvatura soprattutto su legni particolarmente “secchi” e così eviterete che si rompano facilmente. I puntali differenti servono ad incurvare o piegare non solo il legno ma anche strisce d’ottone o di rame sempre molto utilizzate sui nostri modelli.