Ovviamente non tutte le ordinate sono uguali. Qualcuna è semplice e banale qualcun’altra è un po’ più complessa. La Scotland della Corel è un modello dalla struttura piuttosto semplice di conseguenza le ordinate si assomigliano un po’ tutte ma è un buon modello scuola che chi vuole iniziare a fare modellismo navale. Il lavoro c’è ma è poco ripetitivo a dispetto di un grande vascello e di conseguenza si riesce a seguire meglio e con più attenzione, senza annoiarsi.

Alcune ordinate non riusciremo a trattarle sempre alla stessa maniera. Imparare a fare uso di una attrezzatura manuale come la lima, è buona cosa. Non sempre gli elettro-utensili, soprattutto se non si ha troppa dimestichezza, ci vengono incontro. Alcune volte causano anche danni all’oggetto che stiamo facendo e il più delle volte dobbiamo rifare il lavoro. Usare attrezzatura “manuale” spesso potrebbe darvi e rivelarvi piacevoli sorprese.

L’ordinata non ha un’importanza estetica, non importa che sia bella esteticamente. E’ fondamentale che sia precisa come da disegno, e assolutamente stabile una volta infilata nella falsa chiglia. Controllate con la fotocopia del disegno il vostro lavoro, profilatela con una matita e cercate di capire dove va corretta sempre ammesso che ce ne sia bisogno. Quando avrete imparato a farvi le ordinate e la falsa chiglia in maniera perfetta partirete con il piede giusto per la costruzione di qualsiasi modello.

Anche le limette piccole hanno la loro importanza. A differenza delle sorelle maggiori sono destinate a lavori di fino su superfici comunque limitate. In commercio e senza spendere una fortuna, si possono trovare dei set di lame completi dalle forme più disparate utili per una moltitudine di lavori. Quelle che userete di più saranno senza dubbio le piatte, e le semitonde. Le altre sono utili ma non sempre indispensabili.

Incollate le ordinate una alla volta e valutate con molta attenzione la loro posizione ogni volta che ne mettete una sulla falsa chiglia. Se avete usato troppa colla, asciugandosi potrebbe causarvi qualche problemino in altezza e in allineamento a causa della sua forza di trazione. Usate quindi solo la colla necessaria senza abbondare. Una volta che la colla si è asciugata potete pensare di mettere qualche punto di rinforzo. Quando ne avete posizionata una correggetene la verticalità, l’altezza rispetto la chiglia, l’angolo di incidenza con la falsa-chiglia come il indica il manuale e assistete all’incollaggio della singola con molta attenzione.