Utilizzando il traforo iniziai a tagliarmi la “falsa chiglia” e subito dopo cominciai a tagliarmi, sempre a traforo, tutte le ordinate della mia nave. Ne tagliavo una, controllavo con il disegno dove correggerla e la ritoccavo fino a farla diventare perfetta.

Ma queste “ordinate” cosa sono? Le ordinate costituiscono l’ossatura della nostra nave. Esse devono essere montate perfettamente parallele una all’altra (salvo indicazioni diverse), esattamente perpendicolari all’asse orizzontale dato dalla falsa chiglia e devono formare così un angolo di 90° con la falsa chiglia stessa. Detto in questi termini sembrerebbe facile ma vi assicuro che non è così. Questa nave, come detto altre volte, non è enorme anzi, diciamo che da “prua” (il davanti) a “poppa” (il dietro) è lunga 270mm (27 cm) e questo facilita un pochino il compito di un giovane maestro d’ascia come me. Immaginate invece di dover disporre perfettamente allineate 20, 30 o anche 40 ordinate di un vascello più grande. Un lavoro molto complesso e molto impegnativo. Da questo lavoro dipenderà molto la buona riuscita dello scafo.

Allineati e coperti.

Chiunque abbia fatto il militare avrà sentito ripetere questa frase centinaia di volte durante le sessioni di marcia in compagnia.

“In questo caso si tratta delle nostre ordinate. Allineate e coperte. Sono parallele tra di loro e perfettamente verticali.”

Formano un angolo di 90° con la falsa chiglia.. ed ora sono “perfette”.
Nel modellismo la perfezione, o comunque la precisione, è praticamente una componente fondamentale e una naturale caratteristica tecnica del modellista. Sia che si stia montando un vascello, un aereo o costruendo un diorama di un qualche paesaggio, l’essere precisi equivale a rendere il nostro oggetto più realistico, più bello a vedersi agli occhi critici degli esperti e ancor di più agli occhi dei meno esperti.

Se state in qualche modo giudicando le foto sopra questo testo e non siete molto esperti, vi sarete senz’altro accorti di quanto siano esteticamente brutte queste ordinate. Questo non è un problema. Presto procederemo a coprirle con un primo fasciame e successivamente con un secondo fasciame, quindi quello che si vede ad occhio ora ha poca importanza. Quello che dovete osservare è quanto siano precise una rispetto all’altra.